Combatti la candida orale con una dieta corretta

Combattere la Candida Orale con l'alimentazione

La candida (Candida albicans) è un fungo che vive abitualmente nel nostro organismo. In condizioni normale non crea alcun problema, anzi, può essere un valido alleato per l’assorbimento dei nutrienti e la digestione.

Quando però l’equilibrio del nostro corpo si altera, la candida può proliferare, dando origine a fastidiose infezioni. La candidosi orale è particolarmente frequente in bambini e neonati, nota come mughetto; anche gli adulti, tuttavia, possono esserne colpiti. Se questo accade bisogna correre ai ripari… ma come?

La candidosi orale si può curare con diversi prodotti, alcuni sotto prescrizione medica, altri da banco. Se sospettate di avere un’infezione da candida rivolgetevi al vostro medico, ma ricordatevi anche che questo fungo si può combattere anche attraverso la dieta.

L’alimentazione, infatti, gioca un ruolo importante nella crescita della Candida albicans. Alcuni cibi ne favoriscono la proliferazione, mentre altri la inibiscono. Sapere quali alimenti scegliere per la propria dieta può essere un valido aiuto per facilitare la guarigione e prevenire l’insorgenza di nuove infezioni. Poiché le restrizioni alla dieta possono essere molto severe, col rischio di andare incontro a carenze nutritive, è sempre meglio non improvvisare, seguire questo regime per brevi periodi e consultare un nutrizionista che possa consigliarci.

Occorre ricordare che la candida prolifera in ambiente acido. Una bocca sana, con un pH neutro, è naturalmente meno soggetta a infezioni. Anche in questo caso, l’alimentazione può venire in nostro aiuto.

 

Cibi da evitare

La Candida albicans è un fungo “goloso” con una decisa predilezione per gli zuccheri. Dolci, miele, bibite gassate, caramelle, frutta disidratata (datteri, uva, fichi secchi) sono cibi particolarmente ricchi di zuccheri semplici, i preferiti della Candida. Eliminare questi alimenti dalla nostra dieta… mette “a dieta” anche la Candida, limitandone la crescita. Viceversa, eccedere con il consumo di zuccheri semplici crea un banchetto a cui questo antipatico fungo può rifornirsi per prosperare. Purtroppo eliminare i poco salutari dessert non basta a tagliare l’apporto di zuccheri nei nostri pasti. Anche la frutta andrebbe consumata con moderazione, evitando quella particolarmente zuccherina (soprattutto fichi e uva) e prediligendo piuttosto quella meno dolce, come ad esempio mele verdi o frutti di bosco.

I latticini, in particolar modo quelli meno stagionati, contengono lattosio, un altro tipo di zucchero. Sarebbe meglio togliere anche latte, burro e formaggi dalla tavola.

I cereali contenenti glutine e, in generale, tutti i prodotti lievitati con lievito naturale (ad esempio il comune lievito di birra) sarebbero da limitare, o meglio ancora da eliminare. Anche le patate, così ricche di carboidrati e amidi, non sono nostre alleate contro la candida.

Assolutamente bandite le bevande alcoliche: non solo contengono i lieviti responsabili della fermentazione, ma sono molto ricchi di zuccheri. Non consumarne fa bene a tutto l’organismo, e non solo alla battaglia contro la candida!

Se vogliamo assicurarci di preservare il corretto equilibrio all’interno del cavo orale, meglio non eccedere con i cibi molto acidi, che potrebbero alterare a lungo il pH e creare un ambiente favorevole alla crescita della candida.

 

Cibi permessi

Ma allora… cosa possiamo mangiare per sconfiggere la candida orale a tavola?

Per fortuna ci sono molti altri alimenti che non solo sono permessi, ma addirittura sono consigliati per le loro proprietà antinfiammatorie.

Via libera dunque alle verdure, preferendo quelle meno dolci: sì in modo particolare alle verdure a foglia verde, come insalate, broccoli o verze, ricche di fibre e acido folico. Moderazione quando si tratta invece di verdure particolarmente dolci, come zucca o carote.

Sì anche ai cereali senza glutine, meglio ancora se integrali. Promosse anche le proteine animali, quindi uova, pesce e carne (ma, come sempre, prediligere le carni bianche).

Possiamo aggiungere alla nostra dieta alcuni cibi particolarmente utili per contrastare la crescita della candida. L’aglio crudo, per esempio, ha una comprovata funzione antinfiammatoria. Alcuni tipi di olio, poi, sono alleati preziosi: l’olio di cocco e l’olio extravergine d’oliva, infatti, sono ricchi di acidi grassi con una spiccata azione antimicotica e antibatterica. Anche in questo caso è sempre consigliato il consumo a crudo.

La curcuma, la spezia gialla che dà il suo colore ad alcuni tipi di curry, contiene una molecola, la curcumina. Secondo alcuni studi, questa sostanza è dannosa per la Candida, ne limita la crescita e addirittura ne uccide i lieviti.

Ricordatevi di arricchire la vostra dieta con yogurt e altri prodotti contenenti probiotici: rinforzare la flora batterica intestinale contribuisce a rendere il nostro organismo più resistente e quindi più capace di debellare la candida.

 

Qualche consiglio utile

Evitate di fare pasti troppo abbondanti, che possono rallentare la digestione e ridurre il benessere della flora batterica.

Fate particolare attenzione all’igiene orale dopo i pasti: la candida orale prospera tra i residui di cibo, ed eliminarne il più possibile sottrae al microorganismo il substrato su cui crescere. Non solo: dopo i pasti il pH della bocca tende naturalmente a diventare più acido, e quindi a creare un ambiente che favorisce la crescita di questo antipatico microorganismo. Lavarsi i denti e utilizzare collutori o spray dentali che possano contribuire a neutralizzare il pH orale crea un ambiente sfavorevole alla crescita della Candida. CARIEX, in particolar modo, agisce immediatamente, abbattendo l’acidità e ripristinando la salutare neutralità del cavo orale.

Le infezioni da Candida albicans possono essere ricorrenti e spesso curarle non è semplice. La dieta fornisce un valido aiuto per prevenire questo disturbo, e un sostegno alla terapia qualora la candidosi sia già in atto.

Non dimenticate mai di rivolgervi al vostro medico per pianificare una strategia farmacologica, a cui abbinare le buone regole per un’alimentazione sana che vi abbiamo mostrato nel nostro articolo.